C Gold Poule Salvezza: Commento della 2^ giornata d'andata

La seconda giornata della Poule Salvezza di C Gold continua ad evidenziare un trend importante: le squadre provenienti da Est sembrano più attrezzate per questa Poule di quelle orientali. in questo turno, tranne Bergamo (4) che pur con un Boccafurni in gran spolvero (22) è stata sconfitta a domicilio dalla seconda in classifica Mortara (18), ma lottando fino al termine, tutte vittorie per l'Est: Lissone (18) strapazza Erba (6), Cernusco (22) fa lo stesso con Opera, mettendo a referto punti da 11 giocatori, Milano (14) regola senza difficoltà Cislago (6). Vero è che si trattava di match che opponevano le prime 4 in classifica (tutte vincenti) alle ultime 4. Il big match era a Sustinente (10), dove c'è stato bisogno di un supplementare per vedere la squadra di casa domare Cantù (6), con 5 giocatori in doppia cifra, mentre ai canturini non è bastato il solito grande Di Giuliomaria (24). Riposava Cremona. Ora, nella classifica ufficiale, c’è un piccolo solco (4 punti) tra il sesto posto, che darebbe la salvezza diretta, e gli inseguitori. Nella prossima giornata, dove Sustinente riposerà, spiccano Cantù (6)-Cernusco (22) con i brianzoli costretti a vincere tra le mura amiche, Opera (10) - Cremona (6) per valutare il reale impatto di Werlich sulla competitività dei milanesi, e Mortara (18) - Milano (14), con i meneghini che puntano al colpo esterno per compiere un passo forse decisivo verso la salvezza. Classifica comunque sempre di difficile lettura in virtù del fatto che le squadre provenienti da Est (5) arrivano alla poule con 8 match giocati, e quelle da Ovest (6) 10. Nel riassunto sotto della classifica abbiamo quindi inserito una colonna con quoziente punti/partite giocate, determinando la classifica in base a questo rapporto e non ai punti in classifica. 

In grigio le squadre virtualmente salve, in verde le squadre virtualmente ai playout, in nero quella retrocessa. Naturalmente mancano nove giornate, e la classifica è solo indicativa.

Sustinente ora è una squadra vera: abbattuta Cantù in un PalaSusty in delirio

SUSTINENTE (MN) - Commovente ed esaltante vittoria dei falchi, all’esordio tra le mura amiche, nella Poule Salvezza: ABC Cantù viene domata 91-86 dopo un supplementare, mettendo in cassaforte una vittoria dal sapore dolce, prima di tutto per la società, dopo un’annata di patimenti, infortuni, abbandoni, polemiche. La dirigenza, ha tenuto duro, ha commesso errori ma ci ha sempre creduto, ha trovato i giusti correttivi ed ora in campo c’è una squadra viva, che lotta e ci crede sempre.

Un sapore dolce per la squadra, ora unita dal primo a dodicesimo uomo, in campo o fuori, fondata su chi ha sopportato i momenti bui con tenacia. Un sapore dolce per Leon Tomic, guerriero indomito sempre e comunque. Un sapore dolce per coach Zecchini, che più di tutti ha interiorizzato i momenti bui della stagione, con allenamenti caratterizzati da 5 giocatori e partite giocate senza verve. Ma alla fine la sua resilienza e il suo lavoro hanno pagato: ora la squadra lo segue e lotta anche per lui. Un sapore dolce per chi ora ha trovato la dimensione adatta per le proprie caratteristiche, come Albertini, Bordato e Doddi, autori della miglior partita dell’anno, con Andrea Albertini, capace di piazzare il “tiro ignorante”, fortemente voluto, che ha praticamente chiuso la partita. Un sapore dolce per Vjeko Vucinovic, da poco a Sustinente ma già ben integrato nella squadra. Un sapore dolce infine anche per il grande pubblico del PalaSusty, che incita incessantemente i suoi beniamini e scandisce a fine partita il coro per i giocatori festanti a centrocampo. Niente è ancora deciso in questa poule che sarà lunga, ma ora il Sesa può credere alla salvezza.

IL MATCH - Scende Cantù al PalaSusty e il parterre è quello delle grandi occasioni: da Mantova si muove coach Finelli della Pompea assieme al GM Casalvieri, da Cantù arriva il presidente Munafò. Il primo tempo è da lustrarsi gli occhi: nel primo quarto Zecchini sceglie uno "starting five" con Cerniz, Bordato, Doddi, Tomic ed Albertini. Si gioca punto a punto, ABC Cantù riesce a prendere anche 6 di vantaggio ma a fine periodo c’è un solo possesso di differenza, 23-26, con l’ex nazionale Di Giuliomaria immarcabile anche da tre punti ed Albertini a tenere botta sul versante opposto. Nel secondo quarto due triple di Buzzi e Vucinovic fanno metetre il naso avanti ai falchi sul 29-28, subito rintuzzato da Pifferi, autore di un’ottima partita. Si vede un basket di altissimo livello: due triple di Vucinovic e Doddi, ridanno il vantaggio casalingo, ma a salire in cattedra è il 2002 Procida, uno dei migliori prospetti italiani che ridà il vantaggio esterno: si va al riposo sul 43-47.

Nel terzo quarto un po’ di fatica comincia a serpeggiare, il rendimento di Cantù al tiro scende, il Sesa mette la freccia e chiude il quarto avanti 66-60. Nell’ultimo periodo, a 3’23”dal termine, sul 79-67 sembra fatta, ma un black out toglie lucidità ai "falchi" che, con Cantù in bonus, si ostinano cercare il tiro da tre che, ad onor del vero, in molte occasioni li beffa per un nonnulla. Cantù ci crede e con un ottimo Molteni impatta sul 79-79. Si va all’overtime.

I falchi partono rabbiosi e con una tripla da distanza siderale di Vucinovic prendono 4 punti di margine sul 84-80. Ronchetti e Pifferi pareggiano. A 44” dalla fine un indiavolato Albertini riceve e senza pensarci un attimo scaglia la bomba che dà il via allo sprint di Sustinente. Errori da ambedue le parti in lunetta danno poi a Doddi la palla per chiudere sul 91-86. Grande gioia tra i falchi e un po’ di rabbia per Cantù, che ha mostrato comunque tutto ciò di cui è capace, in un match davvero di alto livello.

Falchi esaltati e con la possibilità di recuperare le energie approfittando del turno di riposo: la classifica ora recita un positivo sesto posto: siamo in corsa.

TABELLINO

Sesa BK Sustinente - Team ABC Gorla Cantù  91 - 86 , Dts   (23-26, 43-47, 66-60, 79-79)


Sesa BK Sustinente:  Tomic 11, Bordato 18, Cerniz 2, Albertini 18, Doddi 14, Ghidoli ne, Guerra 4, Ferrari ne, Nizzola ne, Lanza ne, Vucinovic 16, Buzzi 8. All. Squassabia  
Team ABC Gorla Cantù :  Procida 10, Lanzi 7, Di Giuliomaria C. 24, Pedalà 4, Carpani 4, Molteni 15, Novati 1, Ziviani 2, Marazzi, Di Giuliomaria J., Ronchetti 7, Pifferi 12. All. Visciglia   

 

Sesa Sustinente vs ABC Cantù: Zecchini "gara insidiosa ma siamo in salute", Visciglia: "Sustinente avrà un grande pubblico dalla sua"

E' andato in scena ieri sera, a Radio 5.9, il pre Sesa Sustinente VS ABC Cantù a Minors Takeover. Il coach Zecchini e la guardia Lorenzo Ghidoli, hanno presentato una gara decisiva in chiave salvezza. Spazio anche agli ospiti: la parola al coach di Cantù Antonio Visciglia.

PAOLO ZECCHINI (Coach Sesa): "Esordire con una vittoria esterna è stato un'ottima maniera di iniziare questo difficile ma sentito percorso salvezza. Noi, in questa seconda fase, puntiamo a raggiungere il sesto posto che vorrebbe dire salvezza. A Cislago abbiamo sofferto, rincorso e vinto al fotofinish. E' stata la testimonianza che la mia squadra è viva, vuole la salvezza e lotterà su ogni campo per questo. Una menzione particolare per Luca Bordato: i numeri non raccontano una partita concreta e decisa che ci ha dato grandissima solidità difensiva. Contro Cantù, squadra caratterizzata dalla presenza dell'esperto Di Giuliomaria, avremo l'occasione casalinga di regalare una grande gioia ai nostri tifosi ed al contempo mettere un altro mattoncino verso la salvezza. E' una squadra forte e di difficile lettura avendo battuto, in regular season, squadre che stanno facendo i play off per poi perdere contro squadre che le sono addirittura arrivate dietro". 

LORENZO GHIDOLI (Guardia Sesa)"Siamo in un buon momento, ci alleniamo bene, iniziamo a vedere sul campo i frutti del nostro lavoro e, nonostante la stagione difficile, ci stiamo togliendo buone soddisfazioni in un campionato complicatissimo come quello della Serie CGold Lombardia. A Cislago abbiamo dimostrato di non mollare mai, di volere questa salvezza ed aver già trovato una buona amalgama con i nuovi Cerniz e Vucninovic. Contro Cantù, grande squadra, formata da giocatori di primissimo livello già nell'orbita della prima squadra di Serie A1, sarebbe fondamentale vincere, approfittando della spinta del nostro pubblico". 

ANTONIO VISCIGLIA (Coach ABC CANTU')"Siamo a due punti dal Sustinente in classifica. Noi siamo stati un caso limite di questa formula poichè, avendo vinto molto con squadre che sono arrivate ai play off e perso contro squadre di bassa classifica in regular season, paradossalmente in questa seconda fase siamo partiti con pochi punti complicando il nostro percorso salvezza. A Sustinente, squadra che ci precede in classifica di due punti, sarà una gara fondamentale per noi: cercheremo di metterla non sulla fisicità ma sulla corsa, tentando ripartenze fulminanti ed imprimendo la nostra idea di basket. E' un palazzetto caldo e coach Zecchini potrà far affidamento su una rosa dalle varie soluzioni. Mi aspetto una gara divertente ed imprevedibile ".

Riascolta a questo link l'intera puntata, andata in onda ieri sera su Radio 5.9: https://www.youtube.com/watch?v=xmobM0xtdLw

Sesa Sustinente vs ABC Cantù: il pre partita con i coach Zecchini e Visciglia a Minors Takeover

Torna, come ogni giovedì sera, dalle ore 20, l'appuntamento con Minors Takeover, trasmissione ideata e condotta da Alberto Carmone realizzata in collaborazione con la Gazzetta di Mantova.
 
Grande spazio alla Serie CGold ed alla situazione del Sesa Sustinente che prosegue la seconda fase della stagione, con la poule play out, a caccia di una storica salvezza. Saranno il coach Paolo Zecchini ed il Play Lorenzo Ghidoli gli ospiti della serata,  fare un'approfondita analisi della situazione in casa dei "falchi" al microfono di Radio 5.9 in vista della sfida casalinga contro Cantù. Ospite inoltre anche il coach degli ospiti Antonio Visciglia.
 
In coda spazio anche a tutte le compagini mantovane impegnate nella Serie C Silver.
 
Per seguire “Minors Takeover” collegati al sito www.radio5punto9.it
App ufficiale gratuita per Apple e Android “Radio 5.9″
App Tunein http://tunein.com/radio/Web-Radio-59-s189629/
Streaming facebook https://www.facebook.com/radio5punto9/app/402411266453495/
Twitter https://twitter.com/radio5punto9
 

Sesa Sustinente vs ABC Cantù: un match dal grande fascino è atteso al "Pala Susty"

Arriva un pezzo del basket italiano al PalaSusty (sabato 16 Marzo alle ore 21): ABC Cantù è infatti, oltre che una delle società più importanti in Italia nel basket giovanile (con ben 8 squadre in attività quest’anno) e serbatoio fertile, nonchè settore giovanile della Pallacanestro Cantù, una delle più gloriose società del basket nostrano.

La squadra che verrà sabato a contendere la posta in palio ai falchi desta ben più di un motivo di interesse, e non solo storico: in campo ci sarà Christian Di Giuliomaria, 40 anni, 210 cm lunghissima carriera in serie A, 41 presenze in nazionale e vero leader della squadra con 19 punti di media, insieme al figlio Jona, classe 2002 anch'esso a disposizione. Di Giuliomaria guida un roster “corale”, con ben 7 giocatori sopra i 6 punti di media in stagione, con i fari accesi su Patrick Gatti, ala del 2001 di 197 cm, Pietro Nasini, guardia del 2000, 195 cm, ma soprattutto sulle guardie Gabriele Procida e Lorenzo Ziviani.  Il primo è considerato uno dei prospetti migliori in Italia del suo anno (2002), mentre per il secondo, coetaneo, sarà un atteso un ritorno a casa, essendo uscito dal settore giovanile del Curtatone. Al timone Antonio Visciglia, assistant coach della squadra attualmente impegnata nel campionato di Serie A1.

Una squadra quindi “di formazione” ed asservita ad un progetto  ben preciso di crescita di giovani talenti.

Il Sesa arriva al match contando di ritrovare Francesco Guerra, assente nella vittoriosa trasferta di Cislago perché in campo con la Pompea di A2: sarà importante per coach Zecchini avere tutti gli effettivi a disposizione per affrontare una squadra che fa della gioventù e della corsa la propria arma migliore. La partita di Cislago ha detto che il Sesa crede fino in fondo a questa salvezza, andando a vincere una partita vissuta in rincorsa per 38 minuti. Vjeko Vucinovic continua il suo percorso di integrazione con la squadra ed ha messo la sua impronta nel finale di domenica. Andrea Albertini, che ora ha più spazio a causa dell’infortunio di Faccioli, sta giocando a buoni livelli, così come è in crescita anche il rendimento di capitan Buzzi.

Chi verrà sabato al "Pala Susty" potrà aspettarsi dell’ottimo basket.

La società comunica che il biglietto per le partite di Poule Salvezza costerà sempre 5 € (3€ per gli abbonati della regular season).

Poule Playout Serie CGold: i risultati della prima giornata

E' iniziata la Poule Salvezza della C Gold Lombardia che designerà, tra le 11 partecipanti, una compagine che abbandonerà la categoria per scalare in Serie C Silver, altre 4 che affronteranno uno spareggio per decidere le ulteriori due retrocesse e sei che potranno festeggiare la salvezza.

La prima giornata riserva subito qualche sorpresa: prima fra tutte Cremona (6), che partendo da penultima, va a vincere con autorità a Mortara (16), seconda in classifica. Non del tutto prevedibile anche il successo di Opera (10) su Milano (12), compagine tuttavia rafforzata dall’arrivo in periferia di Milano di un giocatore di alto livello del calibro di Werlich (21 punti) da Agropoli. Più regolari, seppure sudate, le vittorie di Cantù (6) su Bergamo (4) con Di Giuliomaria (25) in gran spolvero e Cernusco (20) a Erba (6), quest’ultima con la freccia messa nel terzo quarto. Il vero big match di giornata ha visto la vittoria di Sustinente (8) su Cislago (6), grazie ai 21 di Buzzi e 17 di Tomic, con qualche polemica nel finale per il guasto all’apparecchio dei 24 secondi. Ha riposato Lissone.

Classifica di difficile lettura in virtù del fatto che le squadre provenienti da Est (5) arrivano alla poule con 8 match giocati, e quelle da Ovest (6) 10. Nel riassunto sotto della classifica abbiamo quindi messo una colonna con quoziente punti/partite giocate, determinando la classifica in base a questo rapporto e non ai punti in classifica. 

In grigio le squadre virtualmente salve, in verde le squadre virtualmente ai playout, in nero quella retrocessa. Naturalmente mancano nove giornate, e la classifica è solo indicativa.

Nel prossimo turno, match interessante Sustinente-Cantù, mentre Lissone-Erba e Milano-Cislago sono importanti soprattutto per le due squadre in trasferta, obbligate a cercare la vittoria per alimentare le speranze di uscire dalla zona playout.

Zampata esterna Sesa all'esordio della poule playout: i "falchi" si impongono 70-73 in casa di Cislago

CISLAGO (VA) - Vittoria pesante, all'esordio della poule playout, per il Sesa Sustinente che, privo del play Francesco Guerra, impegnato a Piacenza con gli Stings, espugna il palazzetto di Cislago in rimonta con il punteggio di 70-73. 

IL MATCH - Coach Paolo Zecchini opta per uno "strarting five" composto da Marco Cerniz, Luca Bordato, Francesco Doddi, Leon Tomic ed Andrea Albertini. 

La gara vede in avvio un Sesa arrembante che, nei primi due suoi possessi del match, coglie 4 punti grazie ai due liberi di Cerniz ed al contropiede finalizzato da Francesco Doddi. Cislago reagisce e mette la freccia, cogliendo il massimo vantaggio sul 12-17, nonostante coach Zecchini lanci dalla panchina Buzzi e Vucnicovic. Il divario di cinque lunghezze si consolida sino al suono della prima sirena con le due squadre che chiudono i primi 10' sul 23-18. Ad inizio secondo quarto la Cistellum tenta di dilatare il margine, trovando aspra resistenza da parte di un Sesa che limita il tentativo di fuga al +7 (32-39) a due giri di lancette dall'intervallo lungo. Il parziale di 4-3 (con Bomba di Buzzi a fil di sirena) permette al Sesa di andare negli spogliatoi sul 42-36, riducendo sensibilmente il gap, in modo da lasciare apertissimi i giochi anche nella ripresa, pur con qualche particolare da affinare. 

Il rientro dagli spogliatoi vede la Cistellum, supportata da un pubblico rumoroso ed appassionato, toccare anche il +9 (41-50) dopo 4'08'. Capitan Buzzi suona la carica e con quattro punti consecutivi ricuce sul 45-50 che riporta animo e convinzione negli attacchi di un Sesa che ricuce sino al -1, sul 49-50, grazie all'ottima intesa fra Buzzi ed Albertini. La gara ormai è incanalata sui binari dell'equilibrio nonostante l'allungo di Cislago valga il 58-52 che fissa il punteggio alla terza sirena. l'ultimo quarto è da batticuore. Gli ultimi 10' iniziano con un problema tecnico al tabellone dei 24 secondi che ferma la gara sul 58-54 per una manciata di minuti. Coach Zecchini chiama il timeout sul 57-60: la squadra ne esce rigenerata ed ulteriormente motivata. Vucinovic spara la tripla del 63-63 e coadiuvato dal sempre presente Buzzi, letale da oltre l'arco, permette agli ospiti di mettere la freccia sul 65-68 a 3'25'' dal termine della contesa. E' il parziale che direziona definitivamente la gara: Sustinente tocca il +4, sul 66-70, contiene la reazione locale e chiude, nonostante un brivido finale, sul 70-73 che vale i primi due punti della seconda fase. 

Vittoria di carattere di un Sesa con ancora qualcosa da affinare ma sulla giusta strada per potersi giocare ad armi pari la "bagarre" salvezza. Prossimo impegno, sabato 16 Marzo alle ore 21 al Palazzetto "Bruno Fattori" contro l'ABC Cantù. 

TABELLINO

Cistellum Cislago vs Sesa Sustinente 70-72 (23-18; 42-36; 58-52)

Cislago: Franchi n.e, Vanzulli, Tomba 17, Saibene, Rimondi n.e, Secco n.e, Galati 9, Hamadi 16, Ferri 7, Dishi 6, Tonella 10. All. Ferrari

Sesa: Buzzi 21, Tomic 17, Cerniz 5, Ghidoli, Albertini 11, Vucinovic 13, Bordato 2, Nizzola n.e, Ferrari, Doddi 4. All. Zecchini