Sesa: turno infrasettimanale in casa del Pizzighettone

Prima trasferta infrasettimanale per il Sesa Sustinente che, giovedì 11 Ottobre alle ore 21, sarà di scena in casa del Pizzighettone.

Una compagine che ha mostrato due volti nei primi 80’ di campionato: dopo aver nettamente dominato la prima partita casalinga con Iseo, guidata dai 27 punti dall’ala forte (207 cm) serba ventenne Lazar Lugic, dal forte play Foti (16) e dall’ala Gerli (17), la compagine cremonese è stata dominata (64-54) da Romano nella seconda giornata. Una gara nella quale sono brillate solamente le stelle di Pedrini e della guardia Bertuzzi. Quello che è certo è che i “falchi” saranno di scena sul campo di una squadra esperta della categoria, giunta al 4° anno di C Gold e rinforzata quest’anno dall’arrivo di Fabio Montanari, talentuosa ala in doppio tesseramento da Piacenza. Una partita che il Sesa affronterà a mente sgombra, dopo la bella prova di Milano che è coincisa con la prima vittoria in C Gold.

Il punto di coach Della Chiesa: “Stiamo lavorando molto sulla difesa, più dello scorso anno, e ci sono momenti in cui la difesa di squadra riesce a creare molti problemi agli avversari. Ma dobbiamo ancora lavorare per trovare continuità, a Milano siamo dovuti andare a -18 per reagire: abbiamo vinto, ma questi sforzi potrebbero costarci caro nel proseguo del campionato. Non dobbiamo però dimenticare di essere una neopromossa, sembra un campionato in cui ogni partita sarà una lotta all’ultimo pallone”.

La vittoria in terra “meneghina” ha visto il ritorno a grandi livelli di Leon Tomic e del capitano Piercarlo Buzzi, al rientro dopo il forte attacco febbrile. Sempre costante, ad alti livelli invece, “Cico” Faccioli: davvero un leader in campo.

Un altro tema importante sarà assorbire la fatica di una settimana di “superlavoro” che vedrà i mantovani in campo tre volte in appena sette giorni: sabato trasferta a Milano, lunedì e martedì allenamento, giovedì trasferta a Pizzighettone, venerdì allenamento di rifinitura e sabato match in casa contro Sansebasket.

Forza Falchi!