Prima storica vittoria nei play off per il Sesa che piega Soul Milano e vola 1-0 nella serie

Il Sesa Sustinente regala una grande serata di basket ai propri tifosi battendo, in un "Pala Susty" stracolmo, il meneghini dei Soul Basket Milano con il punteggio di 79-62!

Davanti ad un palazzetto stracolmo e caldissimo, i "falchi" trovano la prima storica vittoria nei play-off di C Silver, alla seconda partecipazione. Una vittoria arrivata non senza difficoltà, davanti ad un avversario battagliero, fortemente limitato dall'infortunio alla spalla della prolifica guardia Prospero. La società Basket Sustinente fa al ragazzo i più sinceri auguri di pronta guarigione. Il Sesa giunge caricato a mille alla "palla-due", dopo una settimana di allenamenti caratterizzati dalla grande intensità, ma con vari giocatori non al 100%: Leon Tomic limitato da un fastidio al quadricipite, Francesco Doddi non ancora pienamente recuperato e Piercarlo Buzzi in piena fase di recupero post infortunio alla spalla.

Coach Della Chiesa sceglie di partire con Mantovani come guardia, Filic in play, Steccanella ala forte, Albertini in pivot, e Ronzani "all around" in ala piccola. La regia di Filic conferisce sicurezza alla squadra e, dopo un inizio con qualche errore di troppo in transizione, il Sesa piazza il primo break sul 13-7 a 3'28" dal termine del primo periodo. L'uscita dal campo contemporanea di Filic e Mantovani fa perdere certezze ai Falchi, e Milano ne approfitta per impattare, alla prima sirena, sul 18-18. Il blackout dei locali continua ad inizio secondo periodo, ma coach Della Chiesa persegue in maniera ferrea il suo piano partita. Sul 18-23, a 8'51" dall'intervallo lungo, si infortuna pesantemente la giardia Proserpio, che si scontra casualmente con capitan Steccanella e cade a terra talmente dolorante da richiedere l'arrivo dell'ambulanza. Partita sospesa per oltre mezz'ora e spettacolo curioso con le due squadre che effettuano il riscaldamento assieme sotto l'unico canestro libero. Proserpio, all'arrivo dei sanitari, viene portato fuori in barella, salutato da un grande applauso da parte di tutto il pubblico. Alla ripresa del gioco il Sustinente ha le idee più chiare e piazza un netto parziale di 22 a 8. La squadra ricomincia a correre leggera in transizione, e Buzzi entra prepotentemente in partita. Il primo tempo si chiude sul 40 a 31 per i Falchi, con la sensazione che i locali abbiano in mano la partita, soprattutto in virtù di una qualità difensiva nettamente superiore.

Alla ripresa del gioco Soul Basket, grazie ad un grande sforzo, riesce ad impattare nuovamente il match sul 44 pari a metà periodo. I falchi, trascinati dalla forza fisica di Tomic ed Albertini, spingono nuovamente il piede sull'acceleratore chiudendo sul 56-49 il terzo quarto. È il mini break decisivo da cui Soul Basket non riuscirà più a risalire. Soul Basket ci prova fino in fondo cercando di accendere il tiratore Almansi e di sfruttare le doti nel tiro da tre del lungo Mantica. Il primo è però ben contenuto da un'ottima prova difensiva di Buzzi mentre il secondo non entra mai in ritmo per tirare con precisione. Alla sirena conclusiva il tabellone recita un 79 a 62, che forse non esprime a pieno il grande sforzo fatto da Soul Basket per rimanere in partita fino a 5 minuti dalla fine.

Un punteggio che ben esemplifica il netto divario di fisicità e di qualità della corsa in transizione che ha permesso ai Falchi di portare a casa Gara1. Ora il Sesa è atteso alla controprova, mercoledì sera alle 21:15, a Milano nel fortino degli avversari. La squadra di coach Della Chiesa esce tuttavia da questo primo approccio ai play-off con la consapevolezza di esser riuscita ad alzare il proprio livello di gioco quando era necessario. Ottima prova corale e di grande concentrazione da parte di tutta la squadra.

TABELLINO

Sesa Sustinente 79: Tomic 25, Filic 10, Ghidoli, Buzzi 10, Zanini 4, Doddi, Ronzani 5, Steccanella 6, Mantovani 5, Nizzola , Albertini 14, Marchiori ne. All. Della Chiesa

Soul Basket Milano 62: Marchini, Ruffini , Colombo 7, Scanzian 6, Almansi 13, Proserpio, Degradi 12, Caserini 3, Pratelli, Baldassara 15, Mazzoli. All. Arrigoni