Gara 1 Play Off, Sesa vs Soul Milano: la presentazione del match

Il momento è arrivato, quello in cui, come direbbe il noto commentatore ed ex coach Dan Peterson, non c'è domani: iniziano i playoff, ed ogni partita è una parte di sesto grado superiore.

 

I falchi di coach della Chiesa, chiusa la stagione regolare con un’ottima prestazione contro la capolista Soresina, a coronamento di una stagione che ha portato la squadra al terzo posto nel girone, affrontano (sabato, ore 21, PalaSusty) Soul Basket Milano, giunta sesta nel girone A. Soul Milano è una consolidata realtà della zona Ovest di Milano, con un fiorente settore giovanili e di minibasket. Tanto fiorente che, a guardare il roster dei milanesi, si nota come buona parte dei giocatori provenga dalle giovanili di casa. La grande capacità nel gioco corale è garantita dall'affiatamento di un roster composto per larga parte da giocatori provenienti dal vivaio. A differenza di Sustinente, Soul Basket non predilige il tiro da 3, ma le penetrazioni centrali e lungo la linea di fondo: fondamentale sarà quindi l'attenzione e gli aiuti difensivi.

"Soul Basket è una squadra da prendere con le molle" ci dice Paolo Zecchini, responsabile tecnico del Sesa "l'ho personalmente visionata un paio di volte e mi è sembrata una compagine molto coesa, sempre concentrata nell'esecuzione dei giochi e nel cercare di trovare la soluzione migliore in attacco, senza fretta. Non è una squadra nè velocissima nè molto fisica, ma possiede alcune individualità notevoli: l'ala-centro Mantica, top scorer stagionale, a cui piace allontanarsi da canestro e giocare per i compagni, il capitano Degradi, guardia molto esperta e la guardia Almansi, tiratore capace di serie notevoli dalla lunga. Dovremo stare molto attenti in difesa e cercare di imporre la nostra velocità. In questa settimana ci stiamo preparando bene, non lasceremo nulla di intentato." Giancarlo Arrigoni è il nocchiero dei milanesi, tecnico che ha messo a disposizione tutta la sua carriera a disposizione della società meneghina. 

Il Sesa arriva a questa partita consapevole della propria forza, ma anche di dover lottare su ogni pallone evitando cali di concentrazione. Piercarlo Buzzi è ormai ritornato nei ranghi ed ha giocato già alcuni minuti contro Soresina, Francesco Doddi tenuto a riposo precauzionale contro i cremonesi non dovrebbe avere problemi ad essere della partita. La squadra aspetta il "suo" pubblico a sostenerla, per gettare il cuore oltre l'ostacolo!