Sustinente - Verolanuova: scontro diretto per il terzo gradino del podio al "Pala Susty"

Sesa Sustinente vs Lic Verolanuova (venerdì 6, ore 21, PalaSusty) è un match che può chiudere definitivamente la corsa al terzo posto in favore dei "falchi". In classifica infatti, con solamente quattro gare al termine della Regular Season, il Sesa è ad un passo da un ottimo terzo posto con un vantaggio di 6 lunghezze sulla coppia di quarte formata da Verolanuova ed Asola. Oltre ad una vittoria interna contro i bresciani, al Sesa servirebbe anche un passo falso di Asola in casa del Seriana per poter festeggiare la terza piazza con addirittura tre gare d'anticipo sul termine della stagione regolare. Tanti tre i punti di difficoltà di questo match: il primo è che Verolanuova ha fatto un ottimo percorso nel girone di ritorno con 8 vittorie e tre perse finora; il secondo è che i bresciani sono la squadra che, dopo Soresina, ha vinto più partite in trasferta, ben 9, contro le "sole" sei interne, ed infine l'obbiettivo degli ospiti di mantenere aperta la corsa al terzo posto e difendere il quarto posto dal rientro di Asola.

Guidati dall'esperto (37 anni) centro Zanella, un 205 con esperienze anche di serie A e viaggia a 18 punti di media partita, i bresciani completano il “line up” con l’ottimo giovane play Apollonio e le guardie Faini e Salvini.  Il duello Zanella-Tomic sotto i tabelloni sarà fondamentale ai fini degli equilibri del match.

Dal canto suo il Sesa vuole continuare a correre in classifica e non lasciarsi scappare l’occasione di chiudere definitivamente il discorso terzo posto.

La sosta pasquale ci voleva, la squadra aveva bisogno di riposare” dice il capitano Steccanella “negli ultimi allenamenti abbiamo riabbracciato Ghidoli, Marchiori e Filic che stanno rientrando nei ranghi: non sono certo pronti ma la qualità degli allenamenti ne ha tratto beneficio. Verolanuova, come noi, è una squadra a cui piace correre e creare isolamento per l'uno contro uno di Zanella. Dovremo essere bravi a non lasciare solo Leon contro di lui, ma anche limitare le loro guardie, giovani e brave, tenendo presente che abbiamo ancora una rotazione limitata nel reparto, essendo senza Buzzi. Abbiamo fatto finora un ottimo girone di ritorno e vogliamo avere la migliore posizione possibile per i playoff”.

Sosta benefica, quella appena trascorsa, che ha permesso ai mantovani il recupero dei vari Nikola Filic, Lorenzo Ghidoli e del giovane pivot Elia Marchiori. Ancora ai “box” la guardia Piercarlo Buzzi. Nicola Della Chiesa dovrà essere quindi bravo a gestire i ritmi partita e le rotazioni, chiedendo come nelle ultime partite sforzi supplementari soprattutto a Zanini e Mantovani.