Comunicato sul caso David Hawkins

Con un inspiegabile ritardo di tre giorni rispetto ai dieci indicati 
inizialmente, il Tribunale federale ha inviato e pubblicato le 
motivazioni in forza delle quali  ha rigettato il ricorso del Basket 
Sustinente avverso il blocco del tesseramento di David Hawkins. E' 
appena il caso di notare come tale ritardo, procrastinando i tempi 
dell'appello, produca un ulteriore notevole danno all'A.D. Basket 
Sustinente, che vede sempre più ridotte le gare di campionato nelle 
quali il giocatore americano ex serie A, Eurolega ed Nba, che tanto 
entusiasmo aveva creato nel basket mantovano e non solo con la sua 
decisione di giocare in C Silver, potrebbe ancora scendere in campo se 
il ricorso in secondo grado fosse accolto. Il Basket Sustinente 
riproporrà oggi stesso il ricorso in appello, cosa che aveva già fatto 
subito dopo la sentenza di primo grado, quando la Fip aveva 
informalmente ritenuto presentabile il ricorso pur in assenza delle 
motivazioni, salvo poi rigettare il medesimo ricorso in appello 
sostenendo la sua inammissibilità non essendo state ancora depositate 
le motivazioni dal giudice di prime cure. La decisione del Basket 
Sustinente di fare ulteriore appello è motivata dalla mancanza di 
concatenazioni logiche nelle motivazioni addotte dalla FIP, alla luce 
anche delle norme giuridiche che regolano la presenza e l'attività di 
stranieri sul territorio italiano.