ABC Cantù vs Sesa Sustinente: Falchi a caccia di punti per rimanere in zona salvezza diretta

Alla storica “Parini” di Cantù (sabato 27 ore 21), che ha visto il basket canturino diventare una delle colonne portanti del basket italiano, il Sesa si gioca la possibilità di continuare a sperare nella salvezza diretta. Una sconfitta significherebbe essere condannati ai play out quasi certamente. I falchi sono infatti ora, dopo la dura lezione subita da Cislago in casa, settimi in classifica a pari punti con opera e Cislago, che dovranno comunque giocare una partita in più da qui al termine, ed in questa giornata hanno match più semplici.

Cantù, dopo un inizio di poule complicato, viene da due vittorie nelle ultime tre giornate e nell’ultima a Bergamo ha rimesso in mostra Christian Di Giuliomaria, vero leader della squadra con 19 punti di media, a guidare una squadra “corale”, con ben 7 giocatori sopra i 6 punti di media in stagione, con i fari accesi su Patrick Gatti (assente all’andata), ala del 2001 di 197 cm, Pietro Nasini, guardia del 2000, 195 cm, ma soprattutto sulle guardie Gabriele Procida e Lorenzo Ziviani: il primo uno dei prospetti migliori in Italia del suo anno (2002) ed il secondo, coetaneo, mantovano di Curtatone. Al timone Antonio Visciglia, anche assistant coach con la squadra di A1. Cantù è quindi, soprattutto, una squadra “di formazione” all’interno di un progetto di crescita di giovani talenti.

All’andata il Sesa vinse al supplementare un bellissimo match, e certamente ora Cantù vorrà rifarsi anche per conquistare una posizione ai playout che le garantisca un’eventuale “bella” in casa.

Nel Sesa visto perdere con Cislago, si è visto continuare il momento di scarsa vena di alcuni giocatori (Tomic, Vucinovic, Buzzi) contrapposto ai positivi Albertini e Doddi, in crescita nelle ultime giornate, e Cerniz. La squadra sembra ormai decisamente votata all’attacco (secondo miglio reparto offensivo), mentre punto dolente sicuramente è la difesa, che ha concesso 86 punti in casa ed è la peggiore del girone. Un punto sul quale sicuramente Boscovich e Zecchini lavoreranno nell’ultimo allenamento prima del match.

Una partita fondamentale quindi: vincere vorrebbe dire rieNtrare sul treno salvezza diretta.