Opera vs Sesa Sustinente è il bivio verso la permanenza in Serie CGold

Per la quinta giornata di andata della Poule salvezza, i "falchi" sono di scena in trasferta (domenica, ore 18) ad Opera, periferia di Milano Sud, contro gli “spartani” della Delta Line, in un match molto importante poichè si scontrano le due squadre appaiate al quinto posto della classifica, e che attualmente occupano gli ultimi due posti che darebbero la salvezza diretta.

Per il complicato meccanismo di questa poule, Opera è avanti in quanto ha giocato una partita in meno di Sustinente, ed a tal proposito sarebbe importante per il Sesa strappare una vittoria continuando la striscia positiva aperta dall’inizio della poule, per potersi porre davanti anche negli scontri diretti, considerando che da qui alla fine della stagione i mantovani giocheranno una partita in mendo dei rivali. Alla finestra Cremona, che insegue a due punti di distanza.

Non sarà facile comunque portare a casa la posta in palio: Opera è squadra tutta grinta e volontà, ed è andata in questa poule a vincere sul campo di Lissone, battendo in casa Milano, forse la squadra più in forma. Le guardie Cattaneo (27 punti nell’ultimo match), Iurato e Werlich (arrivato da Agropoli da poco) sono l’asse offensivo della squadra, che è invece meno attrezzata nel settore lunghi. Opera è una squadra che ci crede sempre, sa stringere i denti in difesa, dove ha una media punti subiti inferiore a quella di Sustinente. Constatazione importante, considerando la sola poule, è che i falchi ne mettono dieci di media in più dei milanesi. Una ulteriore difficoltà sarà il campo “caldo” con tifosi appassionati e vicini alla squadra.

Il Sesa ha lavorato in settimana per preparare la partita, nella quale sarà probabilmente assente Francesco Guerra, per il concomitante della Pompea. Un’assenza importante per i ragazzi di Zecchini e Boscovich, che dovranno gestire bene il reparto guardie per sopperire a questa assenza. “Ci stiamo allenando con molta intensità” dice “Igor Boscovich “la squadra ha trovato un suo equilibrio di gioco, molto diverso da quello espresso nella prima fase. Giochiamo un basket più leggero e veloce, e tutti i giocatori hanno trovato in questo modo la possibilità di esprimersi. Con l’arrivo di Vucinovic e il rientro dei vari infortunati, abbiamo anche finalmente rotazioni più corrette in campo. Abbiamo studiato opera, è una squadra che non molla mai e che crede molto nel lavoro e nell’impegno, ci sarà da sudare, ma sarà sicuramente una bella partita”.