Sesa vs Cernusco 72-74: una sconfitta dolorosa arrivata nel finale

SUSTINENTE (MN) - Match infrasettimanale che purtroppo non porta bene a Sustinente: Cernusco sbanca il PalaSusty meritatamente (72-74), sfruttando i tanti errori di una squadra che, va detto, è scesa in campo con Doddi, Faccioli e Guerra che non avevano preso parte all'allenamento di venerdì causa influenza. Faccioli gioca una partita forzatamente al di sotto dei suoi standard, soprattutto in difesa dove si vede che le gambe non gli permettono grande mobilità, mentre Doddi e Guerra lasciano poche tracce. In questa situazione come ormai spesso ultimamente di emergenza, è soprattutto Marco Cerniz aiutato da Bordato a tenere in piedi la squadra, giocando una partita di grande volontà, anche data la serata veramente negativa di Leon Tomic, che sarà inoltre una delle cause principali della sconfitta finale. Buzzi si vede a tratti. Sustinente perde per l’ennesima volta una partita in cui vince il confronto ai rimbalzi, come sempre grazie a Tomic (16) e Faccioli (15). Purtroppo, per motivi diversi, è il rendimento offensivo del reparto più forte di Sustinente, quello dei lunghi, a condannare i mantovani.

IL MATCH - Zecchini e Boscovich scelgono Cerniz, Bordato, Tomic, Faccioli e Buzzi nel quintetto iniziale. E’ Cernusco che esce meglio dai blocchi con un break iniziale di 7-11 dopo 5'.  Faccioli spreme le sue poche energie, mette una tripla ed insieme a Cerniz riporta sotto Sustinente ed al primo intervallo corto è 17-18. Sembra aver preso ritmo Sustinente, ma il secondo parziale è da incubo: per 5 minuti i falchi non segnano e subiscono un parziale di 0-14, interrotto da un "coast to coast" di Bordato: scelte individuali in attacco e gambe molli in difesa portano all’intervallo lungo il punteggio sul 30-40.

All’inizio del terzo quarto Sustinente decide che sia giunta l'ora di svoltare: la difesa sale, Tomic cresce di rendimento e a 6’22” dalla sirena del periodo il Sesa ricuce sino al 42-43. Cernusco reagisce piazzando uno 0-7 che riporta il punteggio a 42-50. A questo punto Leon Tomic, dopo aver mancato di un soffio un recupero a centrocampo esplode, sotto gli occhi e le orecchie del primo arbitro, in una frase blasfema sentita da tutto il pubblico. L’arbitro non può che sanzionare fallo tecnico. Cernusco capitalizza dalla lunetta e chiude il periodo avanti 47-57. Sustinente nell’ultimo periodo butta tutto il cuore oltre l’ostacolo, rimonta, guidata da un ottimo Cerniz, e sorpassa con una bomba di Bordato sul 64-63 a 3 minuti dal termine. Sembra l’abbrivio per un finale finalmente in rosa, ma Cernusco non molla, trova un canestro abbastanza fortunoso da sotto. Tomic recupera palla per la rimessa ma l’arbitro gli fischia un altro tecnico, con relativa espulsione, per un’altra imprecazione sempre evidentemente esclamata vicino alle orecchie ormai giustamente ben spalancate dell’arbitro. Sustinente sconsolata sembra a terra, a 24” dalla fine ha palla in mano con un solo possesso di svantaggio (69-72), ma purtroppo Cerniz forza un tiro ancora con molti secondi da giocare. Cernusco segna sul contropiede e subito Bordato mette una tripla per il 72-74: Cernusco nel finale rischia di perdere palla per infrazione di campo ma si salva e porta a casa due preziosi punti che da una parte la tengono in corda playoff, anche se con poche speranze, ma le permettono di mettere punti in cascina per una più che probabile Poule Salvezza. Poule Salvezza in cui giocherà certamente Sustinente, che ha un ultimo match contro una concorrente diretta per la salvezza domenica a Bergamo, ancora a zero punti. Trasferta che verrà giocata senza Leon Tomic, quasi certamente squalificato, ma che comunque è necessario rifletta sui propri errori, ancora più vistosi in un giocatore determinante come lui per la squadra.

TABELLINO

Sesa BK Sustinente - Libertas Cernusco 72 - 74   (17-18, 30-40, 47-57)

Sesa BK Sustinente : Tomic 13, Bordato 14, Faccioli 10, Cerniz 22, Buzzi 10, Doddi 3, Ghidoli 0, Guerra 0, Lanza ne, Ferrari 0, Albertini 0. All.Boskovic.

Libertas Cernusco: Beretta 3, Mercante 8, Siccardo 13, Parma 5, Franco 17, De Conto 13, Antelli ne, Paveri ne, Riva 6, Guffanti 9, Corbelli ne, Luisari ne. All. Cornaghi.